Il dumping e i frontalieri

«Il dumping salariale è assolutamente un dato di fatto» perché i frontalieri accettano salari più bassi. Questo non lo dice una belva assetata di sangue frontaliero, ma Pietro Vittorio Roncoroni, sindaco di Lavena Ponte Tresa (Va). «Un italiano a cui vengono offerti 2.500 franchi, pari a 2mila euro, accetta», conferma... Continua »
febbraio 14, 2015