Libera circolazione: qualche paragone

 

Didier Burkhalter, capo del Dipartimento federale degli affari esteri, intervenendo al Consiglio degli Stati ha parlato delle discussioni con Bruxelles in merito al voto del 9 febbraio 2014. Ha detto che la Svizzera fatica a spiegare il problema ai partner europei perché non si rendono ben conto dell’entità del fenomeno: il nostro paese ha quattro volte più immigrazione della Gran Bretagna, otto volte più della Francia, se la Germania dovesse far fronte alla stessa immigrazione avrebbe un milione di stranieri in più l’anno. Fra tutte le persone che usufruiscono della libera circolazione, cioè che vanno in un altri paese a lavorare, una su dieci viene in Svizzera,  quel puntino verde in mezzo alla carta.

ue

 

Se ne scoprono di cose DOPO le votazioni!

NOTA: le dichiarazioni si trovano nei verbali ufficiali

Precedente Aperto il Grande concorso "chi la spara più grossa" Successivo Dopo il "sa po mia", il "sa dis nagot"